Imagemap Home Bio Book Controversy Frequently Asked Questions Work Resources Click Here!
 

Capitolo 15

Quattordici straordinari passi verso la Madonna

       Quando aprimmo gli occhi nel ventesimo secolo all'orrore della guerra, la guerra che uccise San Pio X, la guerra durante la quale Benedetto XV lottò così duramente per mantenere la chiesa neutrale, stavamo aprendo gli occhi agli orrori di cui l'uomo è veramente capace. La Madonna di Fatima stampò nelle nostre anime le parole: riparazione, consacrazione e la parola “Russia”. È avvenuta questa consacrazione? Non è avvenuta? Che sia avvenuta o no, che cosa dobbiamo farne? Se il Santo Padre nel 1984, e in una occasione precedente, scelse di omettere la parola “Russia”, che cosa significa? Un adolescente canadese che desidera rimanere anonimo, in un corso serale del mercoledì sulle encicliche, arrivò ad una conclusione.

       “Ho una soluzione” disse. “In Quas Primas, Pio XI esaminò il perché devozioni grandi e specifiche sono state inaugurate per tutta la storia della Chiesa. Quando Pio XI discusse quella del Sacro Cuore, disse: ‘La festa dell'amore ardente del Sacro Cuore fu inaugurata per riscaldare il cuore degli uomini che era diventato freddo per mancanza d'amore, per mancanza di fede’. Ed egli istituì la Festa di Cristo Re e la processione di Cristo Re, perché Cristo avesse il riconoscimento della sua Divina Sovranità, come Egli merita.”

       Così l'adolescente concluse: “La soluzione è semplice: si istituisca una festa del Cuore Immacolato.”

       Gli si dovette dire che Pio XII aveva istituito una festa consacrata al Cuore Immacolato e che Paolo VI ne aveva istituita una consacrata alla Madonna di Fatima.

       L'adolescente non si arrese. Insistette: “Ebbene, perché non compiono un atto di gratitidine per tutto quello che Nostra Signora ha fatto per noi, ogni anno, in quello stesso giorno. Si consacri la Russia ogni anno in quel giorno. Prima o poi, ogni vescovo nel mondo vi prenderà parte come Nostra Signora desidera.”

       Nel suo discorso appassionato, l'Arcivescovo Milingo mise in rilievo che i vescovi coopererebbero se il Papa rivolgesse loro richieste specifiche. Fino ad ora ciò non è avvenuto.

       Nessuno poteva nutrire dubbi, tra coloro che seguivano lo sviluppo della Conferenza messicana, che Padre Nicholas Gruner ha accesso a qualche riserva nascosta di energia e determinazione. Egli stesso definisce la sua fantastica capacità di recupero semplicemente come il risultato di una “grazia non meritata”. Conoscendo gli ostacoli che aveva dovuto superare per lanciare questa settimana di incontri vescovili, uno si sarebbe aspettato che il bisogno di un po' di pace e quiete lo mettesse in panchina, o anche che si riposasse durante il primo giorno e permettesse a qualcun'altro di aprire la sessione del giorno. Ma egli imase al timone dal primo all'ultimo momento non mancando mai di coordinare gli interessi dei vescovi presenti. Fu un membro laico che mise l'intera conferenza nella giusta prospettiva dal punto di vista del Cattolico medio sui banchi delle chiese del mondo.

       “Dal Vaticano II la Chiesa sta sminuendo l'importanza del Messaggio di Fatima” disse il delegato di New York, Jeanne Fioretti. “A scuola, ebbi insegnanti domenicani per 12 anni. Ogni anno ascoltavamo il Messaggio di Fatima. Negli anni Cinquanta il Messaggio di Fatima fu molto importante. Passammo quegli anni Cinquanta aspettando che il Segreto fosse aperto nel 1960. Questo non successe mai.

       “C'è stata una gran perdita di fede da allora. Il Cattolicesimo è ‘facile’ adesso. La gente infatti è diventata pigra. Non sentiamo più parlare di sacrificio, ma solo di celebrazione e misericordia. Certamente la misericordia di Dio è sempre disponibile, ma non si sente più parlare della penitenza chiesta da Dio per ottenere la Sua Misericordia.

       “La mia generazione crebbe ascoltando il prete e le suore, ascoltando la Chiesa. Dopo il Vaticano II ci fu detto che dovevamo cominciare ‘a pensare da noi’, come se non l'avessimo fatto da sempre. Diventò molto difficile non badare a quello che il prete diceva.

       “La nostra Chiesa con il suo aspetto moderno è molto sterile. Dimenticano che siamo esseri umani e gli esseri umani hanno bisogno di cose che attraggono i sensi: musica, candele, fiori. Uno può pregare in qualunque luogo ma, oh, come aiuta avere il bello.”

       Una delle grandi fonti di bellezza per i fedeli in questo secolo era tutta la storia di Fatima, dal principio alla fine aveva bellezza, calore, amore, speranza, ed era popolata di personaggi le cui personalità rimanevano con te per tutta la vita.

       Quanto alla conferenza, Jeanne Fioretti fece notare: “I primi giorni, c'era una reticenza naturale ... nessuno voleva dire troppo o agitare le acque. Ma tutti eravamo molto ricettivi dello scopo centrale, Fatima. Ebbe successo perché non sentiamo dire queste cose in nessun altro luogo della Chiesa istituzionale. Essendo umani, sappiamo tutte queste cose, ma le dimentichiamo.

       “È così importante sapere che ci sono altri intorno che credono a quello cui crediamo noi. Di nuovo, essendo umani, ci incute timore il sentirci così soli. Uno pensa, c'è qualcosa che non va con me? Sono io il solo che recita ancora il Rosario?”

       La possibilità di rispondere a quel bisogno per i laici del mondo era a portata di mano, proprio nella sala della conferenza. Padre Gruner se ne avvalse interamente. Fu la sua abilità nel trarre il meglio da tutte le personalità presenti nella sala che permise a questo piccolo bersagliato gruppo rappresentante l'episcopato mondiale di forgiare un vero e proprio catechismo di Fatima. Sotto la sua direzione, i vescovi elaborarono ‘quattordici’ particolari risoluzioni con lo scopo di promuovere la causa di Nostra Signora di Fatima. Queste Quattordici Risoluzioni rappresentano un nuovo tesoro per Nostra Signora, diamanti per la Sua Corona, cristallizzati sotto una pressione incredibile. Eccole:

Le 14 Risoluzioni Della Conferenza Su Fatima

       Con la presente aderiamo alle Risoluzioni formulate e concordate dai vescovi, sacerdoti e laici alla Seconda Conferenza dei Vescovi per la Pace Mondiale, tenutasi a Città del Messico dall'8 al 14 novembre 1994, come indicato sotto. Io, sottoscritto, a titolo personale, rispondendo all'ispirazione di Nostra Signora di Fatima di lavorare per la pace, ho letto le risoluzioni che ho firmato e concordo con il contenuto dottrinale di ciascuna di esse e personalmente mi impegno a perseguire la verità contenuta in ciascuna risoluzione e qualsiasi altra iniziativa in essa specificata.

       Per promuovere la pace ordinata da Dio negli individui, nella società e nella Chiesa, con la presente facciamo nostre le risoluzioni seguenti e incoraggiamo gli uomini e le donne di buona volontà nel mondo a unirsi a noi.

       1. Noi sottoscritti, laici, sacerdoti, vescovi, a titolo personale, qui professiamo la nostra lealtà al magistero della Santa Romana Chiesa e all'augusta persona di Sua Santità Giovanni Paolo II e soprattutto alla fede Cattolica così come è stata definita dai concili dogmatici, dalla tradizione e dai credo approvati, compresi, ma non solo, il Credo degli Apostoli, il Credo Niceno, il Credo Atanasiano e il Credo del Concilio Vaticano Primo e il Credo del popolo di Dio di Papa Paolo VI e quelle dottrine insegnate con l'autorità del Magistero nel Concilio Vaticano Secondo.

       “Magistralmente”: quelle dottrine, cioè, che, sono infalliblmente trasmesse dal magistero ordinario e universale della Chiesa negli atti del Concilio Vaticano II.

       2. Noi, come fedeli Cattolici Romani in base al n.1 di cui sopra, crediamo pure che otterremo la pace mondiale soltanto attraverso l'ubbidienza al pieno significato e al pieno messaggio di Nostra Signora di Fatima.

       3. Ci impegnamo a fare ciò che possiamo e che crediamo sia parte del nostro dovere di stato per favorire il Trionfo del Cuore Immacolato attraverso i piani e le richieste che Lei ci ha annunciato nel messaggio pubblico e profetico di Fatima.

       4. È nostro dovere, secondo il nostro stato, fare tutto il possibile per informare il maggior numero di persone possibile sul messaggio completo della Madonna di Fatima, come Gesù ha ordinato, malgrado le difficoltà.

       5. Noi sottoscritti, ricordando le richieste della Madonna di Fatima ci impegniamo personalmente a pregare il Rosario tutti i giorni e ad incoraggiare pure le persone attorno a noi a pregare il Rosario ogni giorno.

       6. Noi sottoscritti, ricordando le richieste della Madonna di Fatima a ciascuno di noi di indossare lo Sapolare Marrone del Carmelo, ci impegniamo personalmente a portare lo Scapolare e diffonderlo fra i fedeli e le persone di buona volontà che Dio ci fa incontrare sul nostro cammino.

       7. Noi sottoscritti, riconoscendo che la Madonna di Fatima e Dio Stesso vogliono stabilire nel mondo la devozione al Cuore Immacolato di Maria; inoltre, riconoscendo che la Nostra Signora e il Nostro Signore vogliono specialmente che noi abbracciamo questa devozione; per tanto, noi personalmente promettiamo di compiere l'atto personale di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria. Lo promuoveremo pure presso le persone che Dio ci fa incontrare sul nostro cammino.

       8. Giacché Gesù e Maria hanno ardentemente desiderato la pratica dei Primi Cinque Sabati con Comunioni di Riparazione al Cuore Immacolato di Maria, noi personalmente ci impegniamo a osservare questi Cinque Primi Sabati come è stato chiesto e spiegato da Nostra Signora di Fatima e Gesù Stesso. E noi ci impegniamo anche a promuovere i Primi Cinque Sabati presso i fedeli Cattolici che Dio ci fa incontrare sul nostro cammino.

       9. Giacché Nostra Signora vuole che il Terzo Segreto sia divulgato nel mondo, noi firmatari, finché non sarà ufficialmente rivelato, ci impegniamo a leggere, studiare e distribuire ogni informazione sul Terzo Segreto dalle migliori fonti disponibili.

       10. Chiediamo anche rispettosamente la pubblicazione delle autentiche parole del Terzo Segreto di Nostra Signora secondo le Sue istruzioni.

       11. Giacché Gesù e Maria, nel Messaggio di Fatima, chiariscono che è soltanto per mezzo della consacrazione solenne e pubblica specificamente della RUSSIA al Cuore Immacolato di Maria, da parte di tutti i vescovi Cattolici insieme al Santo Padre lo stesso giorno alla stessa ora, che sarà concessa la vera pace al mondo, noi sottoscritti ci impegniamo a promuovere il tanto sospirato atto di Consacrazione. Tra le azioni (a tale scopo) possono essere comprese: orazioni, Rosari, sacrifici, offerte a Gesù e Maria per questa intenzione, partecipazione a seminari e conferenze, organizzazione di tali conferenze per promuovere questa Consacrazione: diffusione di libri e nastri presso laici, preti e Vescovi per promuovere questa Consacrazione.

       12. Noi sottoscritti ci adopereremo per render note queste profezie che, per quanto possiamo verificare, contengono parti del Terzo Segreto che si trovano nella sacra Scrittura e nelle apparizione approvate dalla Chiesa, come il Cardinale Ratzinger indicò nella sua intervista di Vittorio Messori pubblicata nel novembre 1984 sulla rivista Jesus.

       13. Dal momento che Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati e pervengano alla conoscenza della verità, e dato che in una sua apparizione del 1838 Nostra Signora rivelò lo Scapolare Verde del Cuore Immacolato di Maria, soprattutto per la preservazione e propagazione della fede Cattolica presso i non Cattolici; e dato che Dio vuole stabilire la Devozione al Cuore Immacolato in tutto il mondo; noi sottoscritti risolviamo, quando opportuno, di diffondere il più ampiamente possibile fra tutti gli uomini, donne e bambini del mondo, lo Scapolare Verde ed incoraggiare gli altri a fare la stessa cosa e a recitare le preghiere indicateci per la conversione di tutti i non Cattolici alla fede Cattolica e la preservazione di tutti i Cattolici nella fede Cattolica, che è così necessaria per la salvezza dell'anima.

       14. Al fine di compiacere Nostra Signora, desideriamo che ogni anno sia rinnovata la Consacrazione della Russia da parte del Papa e tutti i vescovi Cattolici del mondo durante la Festa della Immacolata Concezione — l'8 dicembre. Noi sottoscritti chiediamo rispettosamente che questa Consacrazione della Russia sia effettuata nella data suddetta.

§

       Nell'ultimo giorno della Conferenza, mentre le 14 risoluzioni venivano stampate e distribuite a tutti, ci fu un po' di musica nell'aria — musica festosa, familiare, un suono che i vescovi avevano sentito dopo aver lasciato il santuario di Guadalupe, per salire la collina Tepeyac — un complesso di mariachi che suonavano la marimba, da qualche parte, nell'albergo. La Vergine di Guadalupe, così sembrava, stava venendo verso di loro.

       Prima della chiusura della Conferenza, Padre Gruner ricevette un crocefisso a grandezza naturale comprato nei pressi del Santuario. A guardarlo negli occhi, il Cristo crocefisso trasmetteva un'idea della Sua Agonia e della Sua Passione: mirabilmente dipinto, senza risparmiare il Sangue come molti artisti moderni fanno; lacrime trasparenti riempiono i Suoi Occhi e scendono sulle Sue guance; i Suoi occhi ci comunicano una supplica accorata per il nostro pentimento.

       Il magnifico Crocefisso fu presentato a Padre Gruner con poche ma molto significative parole: “Lei ha portato molte croci, Padre; abbiamo pensato che una in più non Le sarebbe dispiaciuta.” Forse Padre Gruner e l'Apostolato avevano partecipato in qualche modo, benché piccolo, alla Passione di Cristo, come tutti i Cattolici sono chiamati a fare. Quando ritornò in Canada, Padre Gruner fece mettere il Crocefisso nella cappella del Centro di Fatima, aprendo letteralmente un foro nel tetto per accoglierne la magnifica presenza.

       L'opposizione alla Madonna in tutta la Chiesa oggi è formidabile; ma i difensori della Vergine deviano i colpi con piacere, perché essi sanno che sono in realtà diretti contro di Lei. Ma sempre la questione rimane: quanti colpi può assorbire un uomo? Sicuramente dopo il Messico chiunque avrebbe levato le tende e si sarebbe riposato. Avrebbe scelto una ritirata strategica. Sì, Padre Gruner e i membri dell'Apostolato avrebbero fatto così. E dopo il riposo? Certamente non un'altra campagna ...

 
    Imagemap Index Links Purchase Book